HomeLa FondazioneAttività istituzionaliNewsProgrammi e BilanciContributiComunicazioneStakeholdersContatti
You have an old version of Adobe's Flash Player. Get the latest Flash player.

news

La Fondazione > Le Collezioni d'Arte
Le Collezioni d'Arte

L’acquisizione di opere artistiche rientra nella vasta iniziativa culturale che caratterizza l’opera della Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna, attiva sia nella valorizzazione dell’investimento patrimoniale sia nel recupero e nella valorizzazione di testimonianze artistiche pertinenti al territorio che rischierebbero, senza questo intervento, di essere disperse sul mercato antiquario italiano ed internazionale.
I dipinti della Collezione d’Arte della Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna, non sono numerosissimi e per la scelta ponderata è stata seguita la linea guida di ispirazione della Scuola Romagnola. Una logica precisa che, attraverso la selezione di artisti fortemente legati al territorio, vuole portare un contributo alto e qualificato allo spirito di comunità. Tra questi artisti, tre, in particolare, ne caratterizzano in modo determinante la composizione: Luca Longhi, Arcangelo Resani e Andrea Barbiani.
Luca Longhi (1507/1580) fu un pittore ravennate tra i più quotati in ambito romagnolo cinquecentesco, al quale si devono opere che gli conferirono buona fama nella sua terra, tanto da essere vantato dai suoi concittadini come “il Raffaello delle Romagne”. La sua educazione all'arte ebbe luogo entro i confini della cultura regionale, soprattutto di quella ravennate e, presumibilmente, nell'ambito della sfera d’influenza di Nicolò Rondinelli, Marco Palmezzano e Francesco Zaganelli. Del Longhi la Fondazione ha acquisito i dipinti Cristo morto sorretto da due angeli, fra l'Abate di Classe e una Monaca inginocchiata e Natività. L'adorazione del bambino.
Di Arcangelo Resani sappiamo che fu allievo romano di Giovanni Battista Buonocuore (Lanzi) e che dipinse prevalentemente animali e pastori. I critici d’arte affermano che la sua pittura si presenta molto accurata, anche quando esibisce una fattura veloce. Il periodo entro il quale viene collocata la sua attività è quello compreso tra il 1660 ed il 1700. Del Resani, la Fondazione possiede i dipinti Pastore di capre e Guardiano di bestiame. Andrea Barbiani fu uno dei protagonisti del Settecento romagnolo, affiancandosi ad altri artisti. 
Il dipinto L'adorazione dei magi presenta caratteri di mediata accademia bolognese, fortemente connotata dall'area romagnola nel corso del Settecento dai riflessi dell'attività di Carlo Cignani.
Sempre all'interno del Palazzo storico della Cassa di Risparmio di Ravenna - costruito appositamente nel 1895 nel luogo dove sorgevano l'antica Chiesa e Convento di San Giorgio, la cui fondazione si fa risalire all'anno 959 - è contenuta una ulteriore Collezione d'Arte, costituita da una quadreria di notevole pregio di proprietà della stessa Cassa di Risparmio di Ravenna Spa che annovera numerose tele riconducibili alla cosiddetta “Bottega del Longhi”, con dipinti attribuiti al Maestro Luca Longhi (in particolare quello che è considerato il suo capolavoro, ovvero, la Pala Cavalli) e ai sui figli Francesco e Barbara Longhi (XVI secolo).
Di particolare rilievo risultano essere altre opere, sempre riconducibili al XVI secolo, di Benedetto Coda, di Francesco Rizzo da Santa Croce e di Francesco e Pierpaolo Menzocchi.

Sede Espositiva
Tutte le opere delle Collezioni d’Arte sono ospitate nei locali del Palazzo storico della Cassa di Risparmio di Ravenna, fatta eccezione per l’opera bibliografica di Vincenzo Coronelli Teatro delle Città accessibile e consultabile presso la Biblioteca Classense di Ravenna
Referente Antonio Bianco
Telefono
0544.215748

Orari di apertura Apertura uffici: dal lunedì al giovedì 08.30-17.00, venerdì 8.30-14.30

Una selezione delle opere delle Collezioni d’Arte
Legenda
(*) opera di proprietà della Cassa di Risparmio di Ravenna SpA
(**) opera di proprietà della Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna

Secoli XV/XVI
(*) Rondinelli Nicolò, Pietà
collocazione: Sala Biblioteca

(*) Rizzo Francesco detto Rizzo da Santacroce, Madonna con Bambino San Giuseppe d´Arimatea e Simeone (?)
collocazione: Salone già delle Assemblee ora del Consiglio di amministrazione

Secolo XVI
(*) Coda Benedetto, Natività di Gesù con San Francesco
collocazione: Salone già delle Assemblee ora del Consiglio di amministrazione

(*) Menzocchi Francesco, Madonna con Bambino e San Giovannino
collocazione: Salone già delle Assemblee ora del Consiglio di amministrazione

(*) Menzocchi Pier Paolo, Annunciazione
collocazione: Salone già delle Assemblee ora del Consiglio di amministrazione

(*) Longhi Luca (bottega), Sacra famiglia con Santa Caterina d´Alessandria
collocazione: Salone già delle Assemblee ora del Consiglio di amministrazione

(*) Longhi Luca, Ritratto di uomo d´arme
collocazione: Sala del Presidente

(**) Longhi Luca, Madonna con bambino, santi e committente
collocazione: Uffici Fondazione

(*) Longhi Luca, Ritratto di Bartolomeo del Sale
collocazione: Sala del Presidente

(*) Longhi Luca, Madonna in trono con il Bambino fra i Santi Vincenzo Ferreri e Antonio Abate e i fanciulli Vincenzo e Antonio Cavalli
collocazione: Sala Biblioteca

(**) Longhi Luca, Deposizione di Cristo dalla croce con Dio Padre, due angeli, abate di Classe e una monaca
collocazione: Sala del Consiglio

(**) Longhi Luca, Natività di Gesù
collocazione: Sala del Consiglio

(**) Longhi Luca, Cleopatra
collocazione: Uffici Fondazione

(*) Longhi Francesco, La Madonna della Ghiara
collocazione: Salone già delle Assemblee ora del Consiglio di amministrazione

Secoli XVI/XVII
(*) Longhi Barbara, Madonna con il Bambino che porgono un rosario a una monaca e a un monaco barbato collocazione: Salone già delle Assemblee ora del Consiglio di amministrazione

Secolo XVIII
(**) Resani Arcangelo, Guardiano di bestiame
collocazione: Uffici Fondazione

(**) Resani Arcangelo, Pastore di capre
collocazione: Sala del Consiglio

(**) Barbiani Andrea, Adorazione dei Re Magi
collocazione: Uffici Fondazione

Secolo XIX
(*) Moradei Arturo, Testa di uomo sofferente
collocazione: Salone già delle Assemblee ora del Consiglio di amministrazione

(*) Miserocchi Domenico, Paesaggio con animali
collocazione: Sala del Vice Presidente

Secolo XX
(*) Miserocchi Domenico, La palizzata
collocazione: Sala del Direttore Generale

Rondinelli Nicolò, Pietà, 1495 ca. - 1502 ca., olio su tela, cm 100x90 Rizzo Francesco detto Rizzo da Santacroce, Madonna con Bambino San Giuseppe d´Arimatea e Simeone (?), 1485 post - 1545 ante, olio su tavola, cm 37x44 Coda Benedetto, Natività di Gesù con San Francesco, 1500 ca. - 1533 ca., olio su tavola centinata, cm 248x172 Menzocchi Francesco, Madonna con Bambino e San Giovannino, 1502 post - 1574 ante, olio su tavola, cm 53x40 Menzocchi Pier Paolo, Annunciazione, 1535 post - 1589 ante, olio su tela, cm 225x152 Longhi Luca (bottega), Sacra famiglia con Santa Caterina d´Alessandria, 1500 - 1599, olio su tela, cm 52x54 Longhi Luca, Ritratto di uomo d´arme, 1507 post - 1580 ante, olio su tela, cm 110x89 Longhi Luca, Madonna con bambino, santi e committente, 1533, olio su tavola, cm 128,50x101 Longhi Luca, Ritratto di Bartolomeo del Sale, 1541 ca., olio su tela, cm 130x95 Longhi Luca, Madonna in trono con il Bambino fra i Santi Vincenzo Ferreri e Antonio Abate e i fanciulli Vincenzo e Antonio Cavalli, 1544, olio su tavola, cm 246x188 Longhi Luca, Deposizione di Cristo dalla croce con Dio Padre, due angeli, abate di Classe e una monaca, 1554, olio su tavola, cm 94x72,40 Longhi Luca, Natività di Gesù, 1560 - 1569, olio su tela, cm 51x42 Longhi Luca, Cleopatra, 1560 - 1570, olio su tela, cm 112x81 Longhi Francesco, La Madonna della Ghiara, 1590, olio su tela, cm 245x170, firmato e datato: F:CO LONGHI F. / A.D. MDXC Longhi Barbara, Madonna con il Bambino che porgono un rosario a una monaca e a un monaco barbato, 1590 ca. - 1610 ca., olio su tela, cm 177x135 Resani Arcangelo, Guardiano di bestiame, 1713, olio su tela, cm 100x73 Resani Arcangelo, Pastore di capre, 1713, olio su tela, cm 100x73 Barbiani Andrea, Adorazione dei Re Magi, 1725 ca. - 1779 ante, olio su tela, cm 61x46 Moradei Arturo, Testa di uomo sofferente, 1840 post - 1899 ante, olio su tavola?, cm 30,30x48,50 Miserocchi Domenico, Paesaggio con animali, 1862 post - 1899, olio su tela, cm 90x150, firmato e datato: D. Miserocchi Miserocchi Domenico, La palizzata, 1900 ca. - 1917 ante, olio su tela, cm 60x105, firmato e datato: D. Miserocchi
Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna | Piazza Giuseppe Garibaldi, 6 - 48121 Ravenna | Tel. (+39) 0544/215722 - 0544/215748 | Fax (+39) 0544/211567 | C.F. 00070460399
Per ricevere il logo Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna in alta risoluzione è necessario contattare i nostri uffici.
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie.   Maggiori informazioni